fbpx Booking Engine R2
MENU
 

Spiagge

Le Spiagge di Scarlino e il Parco delle Cale 

Sul versante di levante, a sud di Follonica, si diparte il litorale di Scarlino che offre una costa con lunghe spiagge sabbiose, insenature nascoste e cale di roccia e scoglio, ideali per lo snorkeling.  Tra Follonica e il Puntone l’acqua non è molto profonda e nei momenti di bassa marea si formano delle secche di sabbia che affiorano dal mare adatte anche per far giocare i bambini. In questo lembo di terra, un piccolo tratto è divenuto nel 2014 la “spiaggia delle tartarughe” poiché  ad ottobre del 2013 qui è stata registrata una nidificazione di una tartaruga marina protetta chiamata “Caretta Caretta”. È stata la prima volta nella storia che questo animale ha nidificato lungo le coste della Toscane. Da quel momento il Comune di Scarlino insiema a Legambiente hanno deciso di tutelare maggiormente la baia attraverso monitoraggi continui e l’inserimento pannelli informativi per i bagnanti.

Oltre il Porto turistico della Marina di Scarlino si dispiega il litorale frastagliato e selvaggio del Parco delle Cale delle Bandite di Scarlino una delle mete più gettonate di questo litorale soprattutto per il suo aspetto selvaggio e incontaminato. Queste cale si raggiungono passando dalla località Puntone oppure da Pian d’Alma, l’accesso è libero, ma il parcheggio a pagamento ha una capienza massima di 250 posti auto. Nelle cale non sono presenti servizi di alcun genere. 

Cala Martina 

E’la prima che si incontra partendo dal Portiglioni, la zona residenziale del Puntone, proprio dietro il Porto Turistico della Marina di Scarlino. E’ una piccola spiaggia di ciottoli dall’aspetto selvaggio e protetta da ben due promontori che la circondano, Punta Francese a nord e Punta Martina a sud, questa baia è un gioiello paesaggistico e naturalistico. Chi l’ha visitata la descrive come un’oasi di pace e relax, nel quale l’uomo è un ospite e la vera e unica padrona di casa è madre natura. Cala Martina è il luogo ideale dove recarsi se siete amanti della flora e fauna acquatica. Immergendovi nelle sue acque potrete ammirare da vicino decine di pesci, molluschi, crostacei,  alghe e piante marine dalle forme e dai colori più disparati . 

Cala Martina è nota con l’appellativo di “ spiaggia di Garibaldi” poiché questo piccolo lembo di terra è stato teatro di una vicenda storica legata proprio alla figura dell’eroe dei due mondi. Da qui infatti Garibaldi salpo’,  aiutato dagli Scarlinesi, per scappare dalle truppe Pontificie durante la sua impresa per fare l’Italia. 

Cala Violina

Il gioiello tra i gioielli nascosti della costa Scarlinese è la famosa spiaggia di Cala Violina considerata a pieno titolo la baia più bella della Maremma. Questo luogo è un piccolo paradiso a pochi chilometri da Punta a Ala, all’interno della riserva naturale delle Bandite di Scarlino. Il nome Cala Violina deriva dal suono che emette la sabbia quando ci si cammina sopra, che ricorda appunto quello di un violino. Qui la parola chiave è libertà. Lungo questo piccolo tratto di litorale maremmano, non sono presenti stabilimenti balneari e nessun altro tipo di attività commerciale, fatta eccezione per un piccolo chiosco con bibite e panini collocato lungo il sentiero e aperto solo durante i mesi estivi. Nel bosco di macchia retrostante  la cala sono disposti alcuni tavoli in legno e panchine, ideali per concedervi uno spuntino all’ombra. Per gli amanti dello sport e delle passeggiate alle spalle della spiaggia sono segnalati alcuni sentieri che conducono ad altre baie e ad alture da cui si godono panorami mozzafiato.  

Cala Civette

Cala Civette è la terza spiaggia più famosa delle Bandite di Scarlino. Un piccolo paradiso naturale con acqua limpidissima e un panorama mozzafiato che spazia dal promontorio di Punta Ala a quello di Piombino. Se riuscirete a visitare tutte le cale noterete come la prospettiva dell’Isola d’Elba che le fronteggia, cambia continuamente e talvolta sembra avviciniarsi, talora allontanarsi, rendendo un panorama sul mare sempre diverso e dai mille colori.

Le spiagge di Follonica

La spiaggia che si sviluppa davanti la cittadina di Follonica e’ formata da sabbia fine dal colore chiaro, con un fondale che degrada dolcemente verso il mare aperto. Questa parte di litorale ricca di stabilimenti balneari con bar e ristoranti attrezzati e moderni. Subito fuori dall’abitato, sia verso nord che verso sud, il litorale propone una serie di spiagge sia attrezzate che libere di rinomata bellezza. 

Torre Mozza

dista 3 km a nord dal centro di Follonica ed è una bella spiaggia caratterizzata da un’antica torre risalente al 1500 che in passato aveva la funzione di segnalare eventuali incursioni saracene. I parcheggi sono situati alle spalle della spiaggia. L’ambiente è selvaggio, composto da dune sabbiose e canneti. A circa trenta metri dalla riva a meno di un metro sotto il pelo dell’acqua, si intravede un selciato di pietra che corre parallela lungo costa per centinaia di metri. Tra le varie ipotesi che tentano di dare una spiegazione a questa particolare conformazione rocciosa la più plausibile è quella che la identifica come un pezzo inabissato dell’antica via Aurelia, oggi lungo questa scogliera sommersa potrete scorgere polpi, orate, spigole, saraghi e salpe.

Carbonifera

è una favolosa spiaggia distante 5 km a nord dal centro di Follonica,  prende il nome dalla torre ottocentesca che tutt’oggi domina il promontorio e che in passato era uno scalo commerciale dove arrivava la ferrovia che dalle miniere portava il carbone per essere imbarcato. Potrete lasciare la macchina in un grande parcheggio attrezzato e raggiungere la spiaggia a piedi percorrendo non più di 100 mt. La baia è formata da sabbia chiara, un fondale basso e da un ampio tratto iniziale di pineta. La Carbonifera fa parte del parco costiero della Sterpaia. 

Spiagge Castiglione della Pescaia

Sabbia finissima e acqua limpida vi aspettano sulle coste di Castiglione della Pescaia nel cuore della Maremma Toscana. Potete godervi ogni giorno una spiaggia diversa: oltre alla baia principale raggiungibile a piedi dal paese, ci si può lanciare alla scoperta del litorale per individuare calette e spiagge molto meno frequentate.

La spiaggia principale di Castiglione della Pescaia si estende davanti al centro del paese, essendo una striscia molto lunga di sabbia finissima, viene per comodità suddivisa in due aree: il tratto che corre in direzione Punta Ala detta proprio baia di Ponente, mentre quella che corre nella direzione opposta viene definito di Levante.

Quella di Ponente è la più famosa delle due solitamente molto frequentata perché puntellata di stabilimenti balneari, bar e ristoranti. La sabbia dorata, il basso fondale e le acque limpide dove non arrivano correnti forti la rendono ideale per le famiglie con bambini. 

Mentre dal porto di Castiglione della Pescaia verso Marina di Grosseto si trova quella di Levante che offre il vantaggio di essere meno conosciuta e dunque meno frequentata. La costa si getta nell’acqua dolcemente e il mare risulta generalmente poco mosso, l’ideale per fare il bagno in totale sicurezza e tranquillità. 

Un’altra importante baia di Castiglione della Pescaia si trova a nord in direzione di Punta Ala, le  Rocchette e’ un’insenatura di sabbia dorata, con un fondale roccioso dove si nascondono una grande varietà di pesci e molluschi, ideale per gli appassionati di immersioni. La spiaggia è immersa totalmente in cespugli di macchia mediterranea, niente di meglio per una vacanza a tutto relax disconnessi dal resto del mondo.

Argentario

Non si può dire di conoscere la Maremma se non si visita almeno una volta l’Argentario, uno dei promontori marittimi più famosi e invidiati della regione. Spiagge mozzafiato, fortezze inespugnate, punti panoramici e stupendi borghi turistici sono alcune delle meraviglie di questo tratto di costa bagnata dal mar Tirreno. Un promontorio di rara bellezza circondata da mare e unita alla terraferma da due strisce di sabbia conosciute con il nome di Giannella e Feniglia e dalla strada artificiale che attraversa la laguna di Orbetello. L’Argentario è facilmente raggiungibile in macchina, in treno o via mare con scalo presso Porto Santo Stefano. 

Le spiagge dell’Argentario

Giannella e Feniglia

Queste due spiagge offrono tutto quello che serve per la classica vacanza al mare. Entrambe sono ampie e lunghe e presentano un fondale basso e sabbioso,che le rende particolarmente adatte per il relax piu’ totale.

Le cale dell’Argentario

Per chi ha un’idea di vacanza al mare meno convenzionale e più selvaggia, le tante calette che circondano il promontorio dell’Argentario sono il luogo perfetto nel quale recarsi. Tra le più belle e particolari vi suggeriamo:

Cala Piccola,come suggerisce il nome, è una spiaggia dalle dimensioni ridotte e ricoperta di ciottoli, che offre uno dei tratti paesaggistici più emozionanti della costa d’argento. A pochi metri dalla riva si trova lo scoglio del corallo, una secca che da 45 metri di profondità risale a fior d’acqua, offrendo uno dei migliori punti d’immersione di tutto l’Argentario.

Spiaggia la Cacciarella, invece, è la prima delle spiagge del promontorio, lontana dai centri abitati ed è ideale per chi è in cerca di una vacanza rilassante lontano dal traffico cittadino. Questa spiaggia è priva completamente di stabilimenti balneari, il suo fondale è sabbioso perfetto per nuotare e fare snorkeling.

Cala del Gesso è una bella spiaggia selvaggia è circa 700 metri situata in località Porto Santo Stefano. Questo piccolo angolo di terra racchiuso dagli scogli è ritenuta da molti la spiaggia più bella di tutta la costa d’argento, vederla è un privilegio in quanto è molto faticosa da raggiungere. A poca distanza dalle rive di questa baia potete ammirare l’isolotto dell’Argentarola. Il mare di cala del Gesso è pulito e limpido e sulla scogliere sono ancora ben visibili i resti di un’antica torre d’avvistamento spagnola probabilmente risalente al  XVI secolo.

L’isola d’Elba

L’Elba è una delle tante meraviglie dell’Arcipelago Toscano la più grande tra le isole che lo compongono e la terza per dimensione in Italia. Famosa per il suo mare cristallino e per le sue spiagge bianche, ricche di storia e bellezze naturalistiche. Una delle mete turistiche balneari tra le più famose della nazione, merito non solo della sua bellezza ma anche per la sua affascinante storia personale. Celeberrima quale luogo d’esilio di Napoleone Bonaparte, la storia dell’Isola d’Elba risale a tempi ancor più remoti a epoche pre romane con gli insediamenti dei Liguri e poi degli Etruschi. 

L’isola d’Elba è possibile svolgere sia attività culturali come le visite presso i suoi bellissimi castelli o nelle cittadine situate sulle alture, ma anche sportive come escursioni a piedi, in mountain bike, nuoto, immersioni subacquee e attività da spiaggia.

Nella località di Marina di Campo è presente anche un piccolo aeroporto, ma il mezzo più comune per arrivare sull’Isola è il classico traghetto con partenza da Piombino e arrivo al capoluogo Portoferraio, oppure alla città di Rio Marina o Porto Azzurro. 

L’isola del Giglio

Una delle mete più amate della Maremma grossetana è senza ombra di dubbio bella Isola del Giglio: un paradiso naturalistico affascinante, con la sua acqua limpida e pulitissima, le sue piccole spiagge nascoste circondate da alti muri rocciosi. 

Ogni anno miglia turisti si imbarcano dal Porto di Santo Stefano alla volta dell’Isola del Giglio, che li attende con le sue imponenti torri, le casette colorate e il suo centro storico tipico medievale.

L’isola del Giglio si divide in tre zone: 

Giglio Porto è il primo luogo che si incontra in quanto punto di approdo di tutte le imbarcazioni. Questa è la frazione più vivace e colorata nella quale si può passeggiare ammirando le vetrine delle botteghe oppure sorseggiare un calice di vino in uno dei tanti locali con terrazza vista mare. In questa parte di isola ha sede il museo della Mineralogia e della Geologia: un percorso espositivo diviso in tre settori che racconta le attività estrattive legate in particolare al ferro e al granito.

Giglio Castello è il centro storico ed è situato nel punto alto dell’isola. Qui sorge l’antica rocca, le mura cittadine e vecchie torri di avvistamento. In questa frazione nell’ultimo settimana di settembre si tiene la tradizionale festa dell’uva e delle cantine aperte che celebra il vino Ansonico prodotto da vitigni autoctoni.

Giglio Campese la zona più turistica di tutta l’area composta prevalentemente da spiaggia attrezzata. In questa frazione sorge l’unico campeggio dell’Isola. 

Le spiagge dell’isola del Giglio

Tutta la costa dell’isola del Giglio è ricca di calette e spiagge dall’ineguagliabile bellezza, tutte diverse tra loro per dimensioni e aspetto, un vero e proprio “parco dei divertimenti” per gli appassionati del mare a 360 gradi. Le più conosciute sono: le Cannelle la seconda baia per ampiezza dell’isola, le Caldane una spiaggia raggiungibile solo a piedi o in barca e l’Arenella situata a nord del porto del Giglio raggiungibile via mare o in taxi.

Ci prepariamo alla riapertura
dopo Coronavirus

È stato necessario chiudere le nostre strutture e contribuire personalmente a impedire la diffusione del virus. Nell’attesa stiamo organizzando la sanificazione e l’organizzazione interne per assicurare ai nostri Ospiti di poter soggiornare in un ambiente sano e sicuro.

Queste le nostre iniziative:

  • Sanificazione pre-apertura di tutte le strutture con prodotti specifici;
  • Operatori monitorati quotidianamente con misurazione della febbre;
  • Utilizzo di guanti e mascherine in ogni reparto, anche durante il servizio;
  • Dislocazione dei tavoli ristorante a distanza di sicurezza;
  • Organizzazione del breakfast servito anziché a buffet;
  • Utilizzo fornitori “verificati”;
  • Disposizione lettini piscina a distanza di sicurezza;
  • Check out alle 11:00 e check-in alle 15:00 per ulteriore sanificazione della camera al cambio Cliente.